Ue e Ucraina firmano un accordo sullo spazio aereo comune

Da sinistra, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy, e la presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen al meeting UE-Ucraina a Kiev, il 12 ottobre 2021. [EPA-EFE/PRSIDENTIAL PRESS SERVICE HANDOUT]

L’Unione Europea e l’Ucraina hanno siglato l’accordo sullo spazio aereo comune nel corso di un vertice congiunto che si è svolto a Kiev martedì 12 ottobre, nel quale il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha ribadito la solidità della partnership con Kiev e condannato di nuovo l’invasione russa della Crimea.

La firma dell’accordo, conosciuto con il nome di ‘Open Skies Agreement’, è stata confermata da una nota della Commissione UE, in cui si spiega che il trattato “mira ad aprire gradualmente i rispettivi mercati dell’aviazione e ad integrare l’Ucraina in un più ampio Spazio aereo comune europeo”.

Ora, l’Ucraina dovrà allineare la sua legislazione alle norme e agli standard dell’aviazione dell’UE in settori come la sicurezza aerea, la gestione del traffico, la sicurezza, l’ambiente, la concorrenza e la protezione dei consumatori. Grazie alla progressiva integrazione dei due sistemi tutte le compagnie aeree dell’UE potranno operare voli diretti verso qualsiasi aeroporto in Ucraina, e lo stesso varrà per le compagnie ucraine.

Nel corso del meeting Ucraina-UE, Michel e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, hanno incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, spiegando che “l’Unione Europea rimane l’amico più stretto” di Kiev e confermando “la sovranità e integrità territoriale dell’Ucraina e la condanna dell’annessione della Crimea e Sebastopoli” da parte della Russia.

Oltre all’accordo sul settore aereo, ne sono stati firmati altri due che riguardano la ricerca e la cultura, grazie ai quali i programmi europei di ricerca e innovazione Horizon Europe e Euratom, e quello di sostegno al settore culturale e creativo Creative Europe, saranno aperti anche ai ricercatori ucraini.

“L’Ue e l’Ucraina condividono un legame profondo e speciale. Una partnership reciprocamente vantaggiosa che dobbiamo coltivare”, ha scritto su Twitter von der Leyen, esortando a confermare “l’ambizione” del legame con Kiev e a “esplorare cosa possiamo fare di più insieme”.