Wifi gratuito nei Comuni: ultima chiamata per i fondi europei

Due giovani si collegano a internet da un parco pubblico. [EPA-EFE/Yander Zamora]

La Commissione europea mercoledì 3 giungo ha lanciato il quarto e ultimo invito a presentare le candidature per ottenere i finanziamenti del programma WiFi4EU, che promuove l’installazione di reti Wi-Fi gratuite negli spazi pubblici.

La call scade giovedì 4 giugno alle 17. I Comuni possono presentare la richiesta per 947 buoni da 15mila euro ciascuno, che dovranno essere spesi entro un anno e mezzo dalla concessione del finanziamento. Le risorse disponibili ammontano a 14,2 milioni di euro. Ogni Comune può ricevere un solo buono.

Le amministrazioni comunali che non hanno ancora fatto richiesta, o non sono stati selezionati in una delle tre call precedenti, possono presentare la domanda registrandosi sul portale WIFI4EU. Per garantire l’assegnazione di tutti i voucher disponibili, per questo bando non ci sarà un numero massimo di voucher per Paese.

Banda larga, molti Paesi europei non riusciranno a rispettare gli obiettivi della Commissione

Una ricerca commissionata dal gigante tecnologico cinese Huawei rivela che la maggior parte dei Paesi europei non riusciranno a rispettare gli obiettivi UE sulla banda larga fissati dalla Commissione europea.

La proposta della Gigabit Society, dove la Commissione prospettava una velocità …

Chi può fare domanda e come funziona

ll banco è rivolto ai Comuni di Stati membri, Norvegia e Islanda che desiderano offrire servizi pubblici digitali, come eGovernment, eHealth, eTourism. Le domande possono essere presentate dalle amministrazioni locali oppure da associazioni di Comuni individuati dalla Commissione europea in accordo con ciascuno Stato membro.

Il voucher da 15mila euro può essere utilizzato per coprire le spese relative all’attrezzatura e all’installazione degli hotspot wifi; i costi di connessione (abbonamento a Internet) e la manutenzione delle attrezzature per almeno 3 anni sono invece a carico delle amministrazioni locali, che si faranno carico anche dei costi dell’appalto per individuare l’azienda cui affidare il servizio di installazione della rete.

L’importanza della rete in tempo di pandemia

Il bando, inizialmente previsto per marzo 2020, è stato rinviato per far fronte alle esigenze dei Comuni durante la crisi di COVID-19. “In questi tempi difficili – si legge nella call – WiFi4EU sta contribuendo a costruire la resilienza della connettività attraverso il supporto per l’installazione di punti di accesso Wi-Fi gratuiti negli spazi pubblici, compresi gli ospedali (18% delle installazioni) e le scuole (37,5%).

L’attuale emergenza sta rafforzando l’importanza dell’accesso universale a connessioni internet ad alta velocità, affidabili e sicure per tutti: imprese, servizi pubblici e cittadini”. Il programma WiFi4EU, che rientra nel “Pacchetto Connettività” della Commissione europea, è stato avviato nel 2018, da allora sono stati assegnati 7.980 voucher, per un totale di finanziamenti di 120 milioni di euro.