Opinioni

Economia e sociale 20-01-2021

E adesso un governo di scopo

Conte ha vinto la prima battaglia in quella che si annuncia come una lunga guerra. Che purtroppo rischia anche di essere logorante per il paese, per noi cittadini. Serve un governo di scopo, che si concentri su poche cose cruciali,...
Capitali 19-01-2021

La realtà e i rischi per l’Italia

L’interdipendenza economica e politica raggiunta è tale che nell’Unione ci si salva solo insieme. L’ultima cosa che l’Italia può permettersi è un governo che apra nuovamente uno scontro continuo con l’Unione, scrive il direttore di Euractiv Italia Roberto Castaldi. L’Italia...
Economia e sociale 18-01-2021

Mes, il grande spauracchio

Qualche amico mi ha chiesto perché avrei cambiato idea sul Mes: da strenuo difensore del suo utilizzo in primavera a critico oggi di Renzi, che sul mancato utilizzo del Mes (a suo dire) ha fatto cadere il governo. Eppure è...
Capitali 18-01-2021

Germania, Laschet presidente della Cdu. Nel segno della continuità

L’elezione di Armin Laschet a presidente della Cdu in Germania è un’ottima notizia per l’Unione europea. Il legame di Laschet con l’Europa e i suoi valori è solido, scrive Ubaldo Villani-Lubelli. Cittadino di Aquisgrana, una delle città dove risiedono le...
Mondo 15-01-2021

Dopo Trump dobbiamo lottare per ricostruire le rovine della democrazia

Siamo ancora sconvolti da quanto è successo negli Stati Uniti. Ma non possiamo permetterci di rimanere scioccati oggi e dimenticare domani. La democrazia è fragile, soggetta ad attacchi dall’interno e dall’esterno. Noi, sostenitori della democrazia, siamo stati colpevoli di negligenza...
Economia e sociale 13-01-2021

Recovery Plan al buio: il prezzo della crisi di governo

Aprire una crisi ora significa lasciare al buio la regia di un piano di ripresa che richiede profondo impegno, capacità di spesa e coordinamento fra i vari livelli di governo, scrive Fabio Masini. Ieri sera il Consiglio dei Ministri ha...

Un patto di stabilità per il Caucaso meridionale

L’ostacolo per la promettente idea del 1999 di un Patto di stabilità e cooperazione per il Caucaso meridionale è stato rimosso, scrive Vasif Huseynov. Verso la fine degli anni Novanta, i leader politici del Caucaso meridionale e di alcuni Stati...
Futuro dell'Europa 11-01-2021

È l’ora della Commissione europea

L’ultima iniziativa dei cittadini europei, Minority SafePack, è una rara opportunità per prendere sul serio la partecipazione democratica, dopo che una serie di precedenti esperienze Ice non sono riuscite ad ottenere sufficiente attenzione o ad avere un impatto sulla legislazione...
Mondo 11-01-2021

Populismo digitale e democrazia americana: ultimo atto?

Era già il sospetto di molti, ma ora appare evidente: l’assalto a Capitol Hill ma soprattutto le dichiarazioni rese la mattina del 6 gennaio 2021 hanno probabilmente fatto di Trump il peggior presidente nella storia degli Stati Uniti. Per averne...
Economia e sociale 11-01-2021

Recovery Plan: città protagoniste del futuro in Europa

Che le città debbano essere le protagoniste della ripresa economica, culturale, sociale del paese e dell’Europa intera non c’è alcun dubbio. I dati ci dicono che saranno proprio le città, i sistemi locali, le comunità ad essere attrici della crescita...

I rischi della transizione post egemonia del dollaro

L’assalto a Capitol Hill, pilotato dal Presidente in carica, è lo specchio di un paese che non può e non deve più essere il riferimento egemonico per il governo della complessità internazionale. Limitandoci a poche osservazioni sul lato economico-monetario, sono...
Futuro dell'Europa 08-01-2021

Ursula: passato, presente e futuro d’Europa

L’8 gennaio di trent’anni fa si spegneva a Roma Ursula Hirschmann. Una figura recentemente ‘riscoperta’ e portata all’attenzione che merita, grazie anche al progetto di ricerca che da qualche anno si occupa di individuare, accanto ai ‘Padri Fondatori’ anche le...
Mondo 07-01-2021

Il dilemma americano sul presidente golpista

Dopo l’assalto a Capitol Hill il dilemma della democrazia americana è cosa fare del presidente golpista. Perché in ultima istanza è chiaro che la responsabilità politica di Donald Trump rispetto all’assalto è innegabile. È stato lui a chiamarli a raccolta...
Politica 07-01-2021

Ungheria, Orban contro i governi locali: una battaglia pericolosa

L’iper-centralizzazione delle decisioni non aiuta a trovare vie d’uscita alla crisi, scrive Tamas Reti. Prima di indagare sull’attuale politica del governo ungherese, in relazione ai comuni in cui i sindaci dei partiti di opposizione hanno vinto le elezioni locali nel...
Mondo 05-01-2021

La fine del secolo americano e la sua eredità

Gli Stati Uniti non potranno contribuire alla nascita di un nuovo ordine mondiale da soli e senza rinunciare ad una parte della loro sovranità, scrive Domenico Moro. L’unico strumento che più si avvicina a quest’ultimo ideale sono le istituzioni multilaterali....
Economia e sociale 04-01-2021

Renzi, l’Europa e il futuro del paese

La strategia proposta da Renzi di utilizzare i soldi del Recovery interamente per progetti nuovi rischia di essere un salto nel buio. Il commento di Fabio Masini. Al netto di slogan strumentali, la vera distanza che separa il governo da...
Futuro dell'Europa 02-01-2021

Il futuro dell’Europa: dal bilancio 2020 al rilancio 2021

Protagonista assoluto di questa nuova fase sarà il Next Generation EU. Le grandi incognite che pesano su questa rilevante massa monetaria sono tre: la partita delle risorse proprie, la crescita dell’indebitamento e il ripristino delle regole fiscali. In attesa dei...

L’Europa del 2021: dall’annus horribilis all’annus mirabilis?

Ho domandato a Michel Barnier se avesse mai discusso con Nigel Farage delle ragioni della sua campagna per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. Ho chiesto al leader della Brexit – mi disse Barnier – quali sarebbero state le relazioni...
Bilancio 01-01-2021

Voci dalla storia: il Trattato di Lussemburgo e le risorse proprie

Cinquant’anni fa entrava in vigore il Trattato di Lussemburgo, che introduceva le risorse proprie per finanziare il bilancio della Comunità e il diritto di veto dell’Assemblea parlamentare Europea sull’approvazione del bilancio. Un passo avanti importante per la futura Unione Europea,...
Economia e sociale 31-12-2020

L’anno che verrà

Finalmente! Credo sia un commento ampiamente condiviso sulla fine di questo annus horribilis. Il Covid-19 ci ha colto alla sprovvista, mettendo in ginocchio i nostri sistemi economici e la tenuta sociale di molti paesi. Ha sconvolto le catene globali del...

Portogallo alla presidenza dell’Ue: tra lavoro da ultimare e volontà di lasciare il segno

Il 1° gennaio 2021 la Germania cederà la Presidenza del Consiglio dell’Unione europea al Portogallo. Il governo portoghese sarà alla testa della terza presidenza che dovrà fare i conti con la pandemia di Covid-19. Nonostante ciò, con un vaccino ormai...
Brexit 21-12-2020

UE-UK: la fine di un ciclo

Esattamente 66 anni fa, il 21 dicembre 1954 la Gran Bretagna firmava un accordo di partenariato con la Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio. Era il primo tentativo di un nuovo avvicinamento fra due mondi: quello di un’integrazione orientata alla...
Futuro dell'Europa 21-12-2020

L’Ue può raggiungere la neutralità climatica entro il 2050 a costo zero

L’Unione europea potrebbe raggiungere la neutralità carbonio a un costo netto pari a zero. È questo il titolo di un recente rapporto McKinsey (How the European Union could achieve net-zero emissions at net-zero cost, December 3, 2020), che esamina le...

Voci dalla storia: François Perroux e l’integrazione monetaria

Sono passati esattamente 77 anni da quando, il 20 dicembre 1943, veniva pubblicato sulla Revue de l’économie contemporaine un saggio di François Perroux su La monnaie dans une économie internationale organisée. Un documento per molti versi confuso. Scritto con un...