Opinioni

Futuro dell'Europa 15-04-2021

Europa per i giovani? Se anche l’informazione istituzionale fa acqua

Mi è stato chiesto di contribuire ad un numero speciale di una rivista sull’influenza intellettuale di Hayek (Premio Nobel per l’economia e filosofo sociale) nella costruzione europea. Ricordavo di aver letto uno scritto interessante di cui mi ero scordato autore...

Lezioni da Fukushima: la sfida nucleare come problema globale

A dieci anni dal disastro di Fukushima, un altro disastro – stavolta programmato – sta per abbattersi sull’Oceano Pacifico, per poi disperdersi in tutto il mondo. Le cisterne di stoccaggio delle acque radioattive usate per raffreddare i nuclei danneggiati non...

Il FMI per la ripresa

Il fatto che il Fondo Monetario Internazionale stia valutando l’emissione di 650 miliardi di dollari in Diritti Speciali di Prelievo non è una di quelle notizie che scaldano i cuori dell’opinione pubblica. Invece dovrebbe; perché il futuro della stabilità economica...
Economia e sociale 12-04-2021

Gentiloni e le sfide della crescita

Sabato mattina il Commissario Europeo all’economia Paolo Gentiloni è intervenuto alla presentazione del rapporto previsionale sull’economia italiana di Confindustria. Tutti i giornali si sono concentrati sulla sua affermazione secondo cui il Patto di stabilità e crescita verrà presumibilmente sospeso anche...
Politica 10-04-2021

La chiusura dell’Ena. Un colpo all’anima della Quinta Repubblica?

L’École Nationale d’Administration (ENA), la scuola che ha formato il nerbo della classe dirigente della quinta repubblica francese, verrà chiusa e sostituita con un “Istituto per il servizio pubblico”. A dichiararlo è stato il presidente francese ed “enarca” Emmanuel Macron....
Futuro dell'Europa 09-04-2021

Draghi, Erdogan e il futuro dell’Europa

Riferendosi a quanto accaduto ad Ankara tra il Presidente turco Erdogan e i presidenti del Consiglio europeo, Michel, e della Commissione europea, Von der Leyen, Mario Draghi ha detto che bisogna cooperare con i dittatori se e quando serve, ma...
Politica 09-04-2021

Poltrona o sofà

L’episodio del “sofà-gate” che ha visto coinvolti il Presidente del Consiglio europeo e la Presidente della Commissione ospiti del Presidente della Turchia non può essere letto solo in una chiave di discriminazione di genere. Certo non si può affatto escludere...

I Balcani occidentali chiamano l’Europa: c’è bisogno di cambiamento

Nei Balcani sta crescendo la consapevolezza che l’Unione europea possa non essere l’unico partner disponibile. Da parte di Bruxelles occorre una certa dose di ottimismo pragmatico e realismo geopolitico sull’allargamento, che dovrebbe essere al centro anche della Conferenza sul futuro...
Economia e sociale 08-04-2021

Bassi tassi d’interesse: quanto sono sostenibili?

La narrazione dominante delle banche centrali negli ultimi anni insiste sull’eccezionalità di situazioni in cui, nonostante gli stimoli monetari e fiscali, il tasso d’inflazione registra sistematicamente un andamento inferiore agli obiettivi. È con questa argomentazione che Draghi prima e Lagarde...
Economia e sociale 07-04-2021

Quanto ci costano i paradisi fiscali

Mentre in Italia gli animi si surriscaldano, dopo un anno di pandemia, e domina la retorica dello scontro fra corporazioni e classi sociali della nostra stessa comunità, ogni giorno i paradisi fiscali ci rendono tutti più poveri, nell’ignoranza o nell’indifferenza...
Economia e sociale 06-04-2021

Una politica europea per far ripartire il turismo

Nella storia del travolgente cammino di crescita che ha caratterizzato il turismo internazionale degli ultimi decenni l’Unione europea è stata la grande assente. Sarà la pandemia l’occasione per un cambiamento significativo, che faccia alla fine emergere una politica europea del...

Ciao Bob, profeta dell’integrazione monetaria sovranazionale

Robert (Bob) Alexander Mundell si è spento a quasi novant’anni, nel suo castello (la Villa di Santa Colomba) tra Monteriggioni e Siena. Premio Nobel per l’economia nel 1999, è stato uno degli artefici dell’integrazione monetaria europea e vivace propugnatore di...
Economia e sociale 04-04-2021

Conflitti sociali: quel gioco pericoloso

Da qualche mese si è acceso un dibattito sull’impennata dei risparmi degl’italiani. Con molti commentatori che si sono allineati allo sport generale di soffiare sul fuoco di problemi distributivi che possono diventare socialmente esplosivi. Un gioco pericoloso; da stoppare prima...
Arte e costume 02-04-2021

Perché non usare l’idea del passaporto vaccinale per riaprire i teatri e i musei in Europa?

Lo hanno chiamato passaporto vaccinale perché lo scopo principale è quello di far ripartire i viaggi e dare un po’ di fiato al settore turistico in ginocchio. Dovrebbe essere disponibile dal 15 giugno per coloro che hanno già ricevuto il...
Mondo 02-04-2021

Difesa europea: la proposta spagnolo-olandese e il ruolo di Roma

Per Altiero Spinelli gli Stati nazionali erano ostacolo e strumento del processo di unificazione europea. Quest’idea si è poi evoluta (“i governi democratici sono ostacolo e strumento”) fino ad includere anche le elezioni nazionali come elemento in grado di condizionare,...
Economia e sociale 02-04-2021

Recovery Plan tra innovazione e occupazione

Abbiamo già ricordato come un elemento critico del Recovery Plan, esplicitamente riconosciuto dal governo, sia relativo alla necessità di assicurare che l’effetto moltiplicatore dello stimolo fiscale non si disperda; magari per l’acquisizione di professionalità, know-how, capitali provenienti da paesi esterni,...
Migrazioni 01-04-2021

Moria 2.0: il campo profughi dove l’Ue prova nuove tecnologie di sorveglianza

I tre campi di Lesbo, Old Moria e Moria 2.0 raccontano tutti la storia dell’ecosistema su più livelli che dà origine al fascino per le soluzioni rapide, facilitate dalla tecnologia. Eppure la complessità dei movimenti umani è tutt’altro che semplice,...
Economia e sociale 31-03-2021

Come accrescere l’impatto sull’economia italiana del Recovery Plan

Se la consapevolezza è il primo ingrediente del successo, il fatto che il nostro governo sia preoccupato per la capacità del sistema-paese di ricevere e ‘mettere a terra’ gli oltre trecento miliardi di euro che pioveranno sull’Italia da qui al...
Mondo 30-03-2021

Il voto Onu sulle sanzioni a Cuba: perché i Paesi Ue si sono sbagliati (e l’Italia si deve vergognare)

I paesi Ue hanno votato contro l’abolizione delle sanzioni economiche per Cuba, Iran, Venezuela e Siria. Nonostante si sia seguito un metodo giusto, si è commesso un errore politico e, nel caso italiano, ci si dovrebbe anche profondamente vergognare.  Il...
Economia e sociale 30-03-2021

Effetto-Draghi sull’economia italiana?

In economia si studiano parecchi effetti, conosciuti per il nome di chi li ha teorizzati o evidenziati. L’effetto-Ricardo, ad esempio, ci ricorda che fu David Ricardo all’inizio dell’Ottocento il primo a mettere in evidenza il ruolo di una variazione del...
Futuro dell'Europa 29-03-2021

I Liberali europei e la Conferenza sul futuro dell’Europa

La conferenza sul futuro dell’Europa non dovrebbe essere un esercizio di pubbliche relazioni, ma una vera convenzione popolare per deliberare su tutte le difficili questioni che ci troviamo ad affrontare insieme e per comprendere cosa si aspettano i cittadini dall’Europa,...
Concorrenza 29-03-2021

Intervento pubblico e concorrenza

Il presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, Roberto Rustichelli, ha inviato martedì scorso al Presidente del Consiglio dei Ministri la segnalazione contenente le proposte ai fini del disegno di legge per la concorrenza. L’Agcm ha così accolto l’invito...
Economia e sociale 27-03-2021

Perchè la Corte Costituzionale tedesca si mette di trasverso sul Recovery Plan

Dopo il precedente della Bce, i giudici di Karlsrhue ci riprovano sospendendo la ratifica del Recovery Plan; e dopo che il Parlamento tedesco lo aveva approvato in via definitiva. Una decisione di difficile comprensione ad un primo impatto, ma in...
Economia e sociale 26-03-2021

Draghi’s Bond

A leggere I giornali di ieri sembra quasi che sia la prima volta che Mario Draghi sostiene la necessità degli eurobond, un titolo fiscale comune europeo, come ha fatto nel suo intervento di giovedì sera al Consiglio. Certo, è la...