Fabio Masini

Futuro dell'Europa 15-04-2021

Europa per i giovani? Se anche l’informazione istituzionale fa acqua

Mi è stato chiesto di contribuire ad un numero speciale di una rivista sull’influenza intellettuale di Hayek (Premio Nobel per l’economia e filosofo sociale) nella costruzione europea. Ricordavo di aver letto uno scritto interessante di cui mi ero scordato autore...

Lezioni da Fukushima: la sfida nucleare come problema globale

A dieci anni dal disastro di Fukushima, un altro disastro – stavolta programmato – sta per abbattersi sull’Oceano Pacifico, per poi disperdersi in tutto il mondo. Le cisterne di stoccaggio delle acque radioattive usate per raffreddare i nuclei danneggiati non...

Il FMI per la ripresa

Il fatto che il Fondo Monetario Internazionale stia valutando l’emissione di 650 miliardi di dollari in Diritti Speciali di Prelievo non è una di quelle notizie che scaldano i cuori dell’opinione pubblica. Invece dovrebbe; perché il futuro della stabilità economica...
Economia e sociale 12-04-2021

Gentiloni e le sfide della crescita

Sabato mattina il Commissario Europeo all’economia Paolo Gentiloni è intervenuto alla presentazione del rapporto previsionale sull’economia italiana di Confindustria. Tutti i giornali si sono concentrati sulla sua affermazione secondo cui il Patto di stabilità e crescita verrà presumibilmente sospeso anche...
Economia e sociale 08-04-2021

Bassi tassi d’interesse: quanto sono sostenibili?

La narrazione dominante delle banche centrali negli ultimi anni insiste sull’eccezionalità di situazioni in cui, nonostante gli stimoli monetari e fiscali, il tasso d’inflazione registra sistematicamente un andamento inferiore agli obiettivi. È con questa argomentazione che Draghi prima e Lagarde...
Economia e sociale 07-04-2021

Quanto ci costano i paradisi fiscali

Mentre in Italia gli animi si surriscaldano, dopo un anno di pandemia, e domina la retorica dello scontro fra corporazioni e classi sociali della nostra stessa comunità, ogni giorno i paradisi fiscali ci rendono tutti più poveri, nell’ignoranza o nell’indifferenza...

Ciao Bob, profeta dell’integrazione monetaria sovranazionale

Robert (Bob) Alexander Mundell si è spento a quasi novant’anni, nel suo castello (la Villa di Santa Colomba) tra Monteriggioni e Siena. Premio Nobel per l’economia nel 1999, è stato uno degli artefici dell’integrazione monetaria europea e vivace propugnatore di...
Capitali 05-04-2021

Un vento nuovo soffia da Sofia

Le elezioni di Pasqua in Bulgaria hanno mandato in Parlamento tre nuove forze politiche, che rappresentano in gran parte le forze della protesta anti-corruzione dell’estate. Il partito GERB di Boyko Borissov è rimasto la forza più grande, ma sembra incapace...
Economia e sociale 04-04-2021

Conflitti sociali: quel gioco pericoloso

Da qualche mese si è acceso un dibattito sull’impennata dei risparmi degl’italiani. Con molti commentatori che si sono allineati allo sport generale di soffiare sul fuoco di problemi distributivi che possono diventare socialmente esplosivi. Un gioco pericoloso; da stoppare prima...
Economia e sociale 02-04-2021

Recovery Plan tra innovazione e occupazione

Abbiamo già ricordato come un elemento critico del Recovery Plan, esplicitamente riconosciuto dal governo, sia relativo alla necessità di assicurare che l’effetto moltiplicatore dello stimolo fiscale non si disperda; magari per l’acquisizione di professionalità, know-how, capitali provenienti da paesi esterni,...
Economia e sociale 31-03-2021

Come accrescere l’impatto sull’economia italiana del Recovery Plan

Se la consapevolezza è il primo ingrediente del successo, il fatto che il nostro governo sia preoccupato per la capacità del sistema-paese di ricevere e ‘mettere a terra’ gli oltre trecento miliardi di euro che pioveranno sull’Italia da qui al...
Economia e sociale 30-03-2021

Rete ferroviaria: la difficile scommessa in Italia

Mentre ieri a Bruxelles si festeggiava solennemente l’avvio ufficiale dell’Anno Europeo delle Ferrovie, la Commissaria Europea alla Coesione Sociale Elisa Ferreira dichiarava il proprio sostegno all’espansione della rete. “I dati mostrano come la rete ferroviaria sia responsabile solo del 10%...
Economia e sociale 30-03-2021

Effetto-Draghi sull’economia italiana?

In economia si studiano parecchi effetti, conosciuti per il nome di chi li ha teorizzati o evidenziati. L’effetto-Ricardo, ad esempio, ci ricorda che fu David Ricardo all’inizio dell’Ottocento il primo a mettere in evidenza il ruolo di una variazione del...
Concorrenza 29-03-2021

Intervento pubblico e concorrenza

Il presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato, Roberto Rustichelli, ha inviato martedì scorso al Presidente del Consiglio dei Ministri la segnalazione contenente le proposte ai fini del disegno di legge per la concorrenza. L’Agcm ha così accolto l’invito...
Economia e sociale 26-03-2021

Draghi’s Bond

A leggere I giornali di ieri sembra quasi che sia la prima volta che Mario Draghi sostiene la necessità degli eurobond, un titolo fiscale comune europeo, come ha fatto nel suo intervento di giovedì sera al Consiglio. Certo, è la...
Economia e sociale 25-03-2021

Risorse proprie UE: l’agenda

Abbiamo già avuto modo di mettere in evidenza il ruolo dell’accordo sulle risorse proprie per rendere operativo il Next Generation EU. Senza una decisione, ratificata da ciascun paese, sull’aumento delle risorse dall’1,2 al 2% del Pil, il Recovery Plan non...
Economia e sociale 24-03-2021

Rettifica: i dati negativi della siderurgia italiana nel 2020

La notizia è abbastanza clamorosa. E, purtroppo, modifica radicalmente (in negativo) la notizia altrettanto clamorosa di qualche giorno fa. La Camera di Commercio Italo-Tedesca AHK aveva segnalato dei dati particolarmente incoraggianti rispetto all’export italiano verso la Germania nel settore della...
Futuro dell'Europa 24-03-2021

Europa: quel salto federale che Münchau non osa chiedere

Sul Corriere di ieri Wolfgang Münchau accusava l’Europa di un insufficiente grado di coordinamento; o meglio, di essere malata di coordinamento e carente di governo. Lo abbiamo visto con la gestione dei vaccini. Lo vediamo tutti i giorni con normative...
Economia e sociale 23-03-2021

Risorse proprie: quei conti che non tornano

Come è noto, la grande scommessa del Next Generation EU implica un accordo sull’aumento delle cosiddette ‘risorse proprie’. Fino ad oggi sono state interpretate come ‘contributi nazionali’, non come capacità fiscale autonoma della UE, che è invece quello a cui...
Economia e sociale 22-03-2021

Recovery Plan e fine dell’unanimità: le ricette per ripartire in Europa

Abbiamo intervistato l’On. Sandro Gozi, Parlamentare Europeo (Renew Europe) e Presidente dell’Unione Europea dei Federalisti. Onorevole Gozi, l’emergenza pandemica ci ha colto di sorpresa, sconvolgendo le nostre vite. Ma ha anche provocato una reazione senza precedenti da parte di un’Unione...
Economia e sociale 18-03-2021

Italia-Germania: un interscambio vitale per entrambe

Come ogni anno, la Camera di Commercio Italo-Tedesca, AHK Italien, ha presentato i (primi) dati sull’interscambio commerciale tra Italia e Germania, riferiti al 2020. La Germania, è ampiamente noto, è il nostro maggior partner commerciale, con 55,7 miliardi di euro...

G20: la difficile transizione dall’egemonia del dollaro

Grandi cambiamenti stanno interessando nell’ultimo decennio il sistema monetario internazionale. L’indebolimento dell’egemonia del dollaro, accreditato ormai da molti come inevitabile, progressivo, recentemente accelerato da Trump (che ha snobbato quel multilateralismo sul quale tale ruolo egemonico in realtà si reggeva), ha...
Futuro dell'Europa 16-03-2021

Se l’Europa torna a dormire

Torniamo per un istante all’inizio del 2020, prima che lo tsunami del Covid-19 si abbattesse sul mondo intero. L’Europa arrancava, faceva fatica a trovare una propria identità collettiva di fronte a colossi di dimensione continentale che acceleravano su vari dossier...
Economia e sociale 15-03-2021

Un Recovery Plan per conoscenza, competenza e capacità critica

Dovremmo imparare ad essere più cauti nel pretendere che qualche veggente con la palla di cristallo ci indichi la via del futuro. Senza investimenti massici in formazione della conoscenza, della competenza e della capacità critica non ci sarà alcun futuro...